Archivio categoria: poesia

L’errore

Dove è il mio intelletto e perché la mia volontà assecondando un istinto oltrepassa il limite della ragione? Il dubbio è la sua insofferenza. La causa dell’errore spesso è l’insofferenza per il dubbio.… Continua a leggere

Roma

Roma se cammini a lungo non stanca la notte. Rinasce e trama più trame intrecciate. Roma luogo di Vici Vicoli e Vita. Rimane e conquista l’attimo dell’eterno. Roma nell’orma di Pietra. Resta e… Continua a leggere

(Non)Vivo, (Non)leggo, (Non) fumo,(Non) Muoio, (Non) Amo.

Vivo Non vivo Sul bianco Dell’armadio Fatto, di marmo.   Leggo Non leggo Quel libro senza Luce, che brilla accanto.   Fumo Non fumo Sognando il Cancro, che cresce.   Muoio Non muoio… Continua a leggere

Una mattina mi son svegliato. E ho visto: una suora, un gallo e mio nonno morto.

Mattino, mi alzo poi mi sveglio. Apro la quarta finestra e vedo che piove cemento. Sul marciapiede c’è mio nonno, che è morto, allora lo chiamo e gli dico: “Nonno, oggi sei troppo zio.”… Continua a leggere

Pornopoetry

Poche poesie puramente pornografiche              possono presentare              pagine porche              per penetrare pensieri putridi.        … Continua a leggere

Una donna (orso) per amico.

Questa non è una storia del terrore Infatti parla di un animale che dorme per ore e ore. L’orsa di cui sto per parlare, È una tenera e docile bestia da amare. Ormai… Continua a leggere

Ero in quella nave in preda terrestri tempeste. Metasogno di una notte di Metàgosto.

Ero in quella nave in preda a terrestri tempeste. L’acqua bussando alla cabina iniziò a filtrare all’interno, bagnando  il pavimento che lentamente fu subito tutto ricoperto. Le onde forti di fuori facevano schizzare… Continua a leggere

Quell’indie-snob di Francesco Ferdinando

Questa è la storia di un Re (in verità un Arciduca), che decise di hipsternare i suoi sentimenti, dopo una sana serata di sesso, droga e musica ottocentesca. Vestito di tuta imperiale con… Continua a leggere

Gialla

Di quando Di come Di sempre Gialla ti ho vista E rimani un caffè E prendine un altro E scegli me Gialla so’ stronzo Ti rompo Ti voglio Ti perdo adesso ch’è tardi… Continua a leggere

L’ Altalena

Aggrappata forte a quelle catene Gridava, posseduta sperando di volare E oscillava tra la terra e il cielo. Sognava di andare più veloce e più in alto E nel momento in cui toccava… Continua a leggere

Una foglia tra le dita… (Poesia di Chiara Guttadauro)

L’estate del ____ ( P for Poetry)

  Mi ricordo quando ero piccolo, chissà quanti anni avevo..   Correvo, e quella collanina con la croce dorata   mi finiva in bocca e assaporavo il mio sudore e quel sapore metallico.… Continua a leggere

Sistemi pervasivi et persuasivi non invasivi

  C on una rete   O (h) con un trucco   N onostante fossi prevenuto   T u mi placcavi    R icattavi me   O ra et semper   L o… Continua a leggere

Continuum: punti di snodo

Punti di snodo Istanti eterni in cui tutto vedo e tutto odo Dove il tempo si ferma un attimo Tra un bacio, uno sguardo e il battito Mentre “salvo”, nell’universo parallelo Una via… Continua a leggere