LIBERTÀ DI CONDIVISIONE VS ACTA [TRE VITTORIE CHE CI PIACCIONO. PART#3]

Tutti o quasi abbiamo sentito nominare negli ultimi due anni la parola Acta. Se non sapete cosa è, vi riassumo. L’Acta è un trattato di anticontraffazione, che presentava al suo interno numerose carenze e che ledeva molte libertà informatiche come la condivisione di materiale e di idee. Si era proposto di applicarlo in tutti i paesi dell’ Ue. Il 4 Luglio 2012 il Parlamento europeo ha definitivamente respinto l’ Acta: 478 deputati hanno votato contro, 39 a favore e 165 si sono astenuti. La privacy individuale è quindi per il momento salvaguardata grazie anche alla mobilitazione e alle numerose manifestazioni che si sono susseguite in tutto il mondo. Philippe Aigrain de La Quadrature du net ha detto che “Le istituzioni europee devono riconoscere che l´alleanza tra cittadini, organizzazioni della società civile e Parlamento UE è la base di una nuova era democratica e che le regole europee per la protezione del copyright vanno definite con la partecipazione dei cittadini“.

 

Annunci