O e P per Ombre e Potere

Ombre di persone potenti si aggirano tra i tavoli dei ristoranti del Campo Marzio dove si nutrono come porci e degustano con il mignolino all’insù i migliori vini.

Le ombre sono quelle di persone reali tipo: Luigi Bisignani, Gianni Letta, Giulio Tremonti, Giuliano Amato, Nicola Mancino, Ettore Gotti Tedeschi, Ignazio Moncada, Giuseppe Orsi.

La prima ombra si sa, era il “faccendiere”, il burattinaio arrestato l’anno scorso che ha patteggiato la sua pena con delle caramelle. Venti mesi. Caramelle.

Sulle altre quattro eminenti ombre non è necessario dire nulla, perché loro sono stimate, integre, salvifiche personalità della bellissima politica italiana. Loro infatti non sono interessati ai giochetti di potere e a chi far sedere su quella o quell’altra poltrona (è ironico); su quella del Corriere, su quella della Rai, su quella di Finmeccanica o addirittura a interagisco e trattano, come se niente fosse, con la Mafia.

Si telefonano, parlano, parlucchiano, complottano e decidono. Ecco decidono. Manovrano come bracci di una piovra la macchina statale. Grandi tessitori di accordi e di amicizie, nonché amanti del torbido compromesso hanno mantenuto in vigore dagli anni 70 quella rete di malaffare di cui Licio Gelli si era fatto promotore.
Non intendo dire che tutti i personaggi sopracitati siano massoni o abbiano a che fare con la massoneria, ma semplicemente che il loro atteggiamento è spesso poco trasparente e spesso ciò passa inosservato e impunito.

Non sono tipi da yacht alla Briatore, non amano il sole e le spiagge. Sono ombre e come tali amano stare all’ombra e al fresco (quello del condizionatore). Sono seduti sulle poltrone all’ultimo piano delle sedi delle holding che gestiscono o in quelle di Palazzo Giustiniani o del Senato. Come a far notare a tutti che il Grande Oriente d’Italia che in quel palazzo ebbe la sua sede storica sia ancora lì a intricarsi con il vicinissimo Palazzo Madama. Quasi a volerci dire che P2,P3, P4 sono semplicemente dei numeri progressivi in costante aumento, accostati ad una lettera dove P più che Propaganda sta per Potere.

Annunci