WL DAY (PART 2) S FOR SELEX

L’argomento di giornata è, come avete capito, Wikileaks ed intendo approfondire una parte legata alle “fuoriuscite” riguardanti l’Italia.
Tra i vari cables italiani è doveroso da siciliano ricordare il “cover up” della tragedia di Ustica, di cui è complice l’ex ministro Giovanardi, che ha contribuito a insabbiare la verità che andava emergendo, ovvero Quello di un clamoroso ménage à trois, Francia, Italia e Usa.
Quello che mi preme oggi, è soprattutto segnalare (link in calce) alcune nuove rivelazioni da Wikileaks sulla Siria e sul Bel Paese. Questa notizia è stata ignorata dalle maggiori testate giornalistiche italiane, mentre ne parla la stampa di mezz’ Europa.
Prima vi racconto il fatto e poi ne traggo una semplice conclusione.
Alcune email compromettenti mostrano come Finmeccanica (di cui il Ministero dell’ Economia e delle Finanze italiano è il maggiore azionista con il 30,20%) tramite una sua società la Selex Elsag (che realizza e commercializza Grandi Sistemi per l’Homeland Protection) è dal 2008 in affari con la Siria di Assad
Infatti stretti e recenti contatti persistono anche dopo la Primavera Araba e dopo le sconvolgenti repressioni di Homs e Damasco che hanno ucciso circa 5800 persone. La Selex avrebbe venduto un sofisticato sistema per comunicazioni e trasmissioni di dati senza fili di nome Tetra che avrebbe aiutato notevolmente gli strumenti di repressione del governo siriano. La Selex si difende dicendo che i suoi sistemi non sono per apparati militari, ma sono stati concepiti per la “public safety”. Non metto in dubbio la veridicità di quest’ ultima affermazione, ma mi sembra un po’ come dire: “Oooops ho venduto un sistema con un contenuto altamente militarizzabile ad un pazzo sanguinario, ma non sapevo che l’avrebbe utilizzato per uccidere migliaia di civili”.
Questo è un ragionamento abbastanza lineare che serve solo a dimostrare quanti infiniti interessi economici ci sono dietro casi come questo, e di come gli stati appoggino indirettamente le guerre di cui dicono di essere contro.
A proposito della situazione in Siria e nel Medio Oriente, vi linko anche l’intervista di Assange a Nasrallah, capo mondiale di Hezbollah ricercato da Usa e Israele. Da questo collegamento si può accedere a tutti i video realizzati da Assange per il programma “The World Tomorrow” esemplare e innovativo modello di fare informazione.

The Syria Files- Wikileaks

Annunci